Speriamo... la salute!

Addì, 14 maggio 2015

 




Buongiorno, vorrei prenotare una visita ortottica... se possibile all'Ospedale di Rapallo...
- Certo signora, solo a Rapallo effettuano visite ortottiche!
Ah, bene... 
- La prima data utile è il 13 luglio dell'anno prossimo.
Ehhhh.....!
- Sì, lo so. La prima data utile è il 13 luglio del 2016.
Ah, ah, ah, ah! Ma scusi, che ci faccio con un appuntamento nel 2016?
- Non so, veda lei... prenoto o no?
Vabbé, prenoti, se sarò ancora in vita e me lo ricorderò, magari verrò!

Ospedale di Rapallo, costruito nuovo nuovo, ospita il nuovo reparto di Oculistica: un fiore all'occhiello!
Bei tempi quelli del Gaslini... prenotavi la visita oculistica e dopo qualche mese di attesa il gran giorno arrivava. Ti presentavi all'appuntamento all'ora fissata, dopo un'oretta in coda per pagare il ticket (che le macchinette non esistevano), mentre sudavi freddo per paura di perdere il turno di visita, col bambino in braccio già inviperito, non potevi sapere che quello era solo l'inizio. 
La visita era un miraggio, che giungeva dopo una manciata di ore, dipendeva dalla fortuna: lo avresti capito solo dopo, quando la tua vicina di sedia (grazie alla sorte che ti aveva concesso di non sostare in piedi) stava diventando la tua migliore amica (galeotta fu la sala d'aspetto!), raccontandoti i pellegrinaggi ospedalieri insieme al figlioletto. 
In fondo non c'era da stupirsi: quello era un ospedale pediatrico! Si sa quanto i bambini siano disponibili alle attese, non scappi mai loro la pipì, non avvertano mai la fame, la sete o siano così poco inclini ad annoiarsi. 
Bambini: oggi visita oculistica! 
- Olé! 
Non vedevano l'ora...
Nel tempo però si sono fatti progressi, che le migliorie non sono mai troppe!
A Rapallo capita che prima di riuscire a fissare una visita oculistica, il bebé rischia di divenire maggiorenne, così problema risolto.
Intanto l'alternativa esiste: che conosci un bravo ortottico privato?
Certo, 100 con fattura e 80 senza: quando stacca dal turno in ospedale, ti riceve... forse.
Prega la salute: sempre.


scarica questa pagina in pdf

Ti potrebbero interessare anche:

Professione MAMMA: Prefazione
Il gioco dello specchio
Un passo lontano da me

Etichette: , , , ,