Tenetevi per mano

Fratelli



Eccovi!
Papà ed io vi guardiamo passeggiare lungo il sentiero.
Come due sciocchi restiamo senza parole, un attimo di compiacimento e poi veloci: "Presto, passami il telefono! Qui ci vuole una foto..."
E subito uno scatto poi due, non sia mai che il primo sia venuto male...
E' per questo che avete dei fratelli: per tenervi per mano.
L'amore si insegna?
Non so davvero... forse l'amore c'è e poi qualcosa a volte lo guasta.
Vi guardiamo andare avanti, uno allacciato all'altra e sorridiamo speranzosi...
Speriamo... di non guastare l'affetto che c'è fra voi.
Non vi siete scelti, siete capitati qui con noi e state imparando a conoscervi, esattamente come stiamo imparando noi.
Però fra voi c'è qualcosa in più... lo vedo ogni volta che vi consolate, che vi abbracciate, che vi cercate, perfino quando lo fate per poi litigare, allontanarvi e allacciarvi di nuovo.
Qualcuno direbbe che è il sangue. A me dissero che era una specie di dovere... Come non amarsi fra fratelli?
Oh, beh... conosco un mucchio di ragioni per detestarsi... persino fra fratelli, cominciando da Caino e Abele.
Qualche volta vi racconto la vostra ricchezza: mi capita quando mi cercate e mi domandate senza capire perché deve esservi capitato sempre quell'usurpatore di territorio, di giocattoli, di tempo e spazio...
E' vero: ci sono cose che vanno divise.
Vanno divise le risorse, le attenzioni, gli ultimi bocconi della torta, la superficie utile di mamma e papà, le ore di una giornata, il posto a sedere e lo spazio nella stanza.
Ma quante cose potete triplicare?
Voi siete ricchi!
Avete il triplo delle mani, dei sorrisi, dei pensieri, degli abbracci, dei baci e delle attenzioni.
Avete il triplo delle occasioni, degli sguardi sul mondo, degli occhi che badano a voi.
Avete il triplo dell'affetto, delle famiglie, delle idee...
Non si spiega l'amore... almeno io non so farlo.
E' questo: tenervi per mano.
Siete uguali nelle differenze... sono le differenze la vostra ricchezza. Abbiatene cura.
Noi vi siamo vicini, ma anche abbastanza lontani.
Non vorremmo interferire e guastare ciò che sapete fare già bene da soli: volervi bene.

scarica questa pagina in pdf

Etichette: , , , , , ,